Spreadsheet Day 2021, le persone che amano i dati oggi celebrano i fogli di calcolo.

 

 

Visicalc, Dan Bricklin, Bob Frankston, 1979

Tranne alcuni fan del settore, pochi sanno che oggi, 17 ottobre, è la giornata internazionale del foglio di calcolo, o Spreadsheet Day, la giornata che celebra i fogli di calcolo, lo strumento che ci permette di manipolare i dati in formato tabellare sui nostri computer, senza il quale il mondo del’informatica non sarebbe oggi come lo conosciamo.

A inventare questa giornata è stata Debra Dalgleish, una freelance canadese che lavora nella consulenza informatica dalla metà degli anni Ottanta (più o meno come me 🙂 ).

Perché proprio questa data? Perchè il 17 ottobre del 1979 venne rilasciato VisiCalc, il primo programma di elaborazione di fogli elettronici sviluppato da Dan Bricklin e Bob Frankston per il computer Apple II.

Dan Bricklin ha cambiato il mondo per sempre quando ha co-costruito VisiCalc, il primo foglio di calcolo elettronico, progenitore dei programmi che probabilmente usiamo ogni giorno, come Microsoft Excel o Fogli Google.

Scopri la storia dell’ingegnere del software e della sua invenzione rivoluzionaria.

Prendetevi 10 minuti per vedere un pezzo di storia (forse la più importante) dell’informatica personale. E’ in inglese ma potete impostare la traduzione automatica in italiano con l’icona con i tre puntini in basso.

 

VisiCalc fu determinante per far arrivare un pc su ogni scrivania (Microsoft Vision)

PS: Anche io ho iniziato a programmare con una Texas Instrument TI-57 in quegli anni !!

La storia di VisiCalc, il nonno di Excel

VisiCalc è stato il software che ha portato la potenza del personal computer all’uomo comune. (cit.)

La potenza di VisiCalc non si è fermata alla creazione di un foglio di calcolo. La libertà di cambiare qualsiasi numero, in qualsiasi punto del foglio, e vederne immediatamente gli effetti su tutti i campi calcolati coinvolti con quel numero, ha permesso agli utenti di sperimentare, verificare, analizzare in modo rapido e totalmente intuitivo. Come strumento di pianificazione aziendale, ha creato automaticamente una comprensione dei fattori sensibili e insensibili che era quasi impossibile da apprezzare in qualsiasi modo precedente. L’amplificazione risultante della business intelligence e una maggiore consapevolezza di come opera un’azienda diventano incorporate nella psiche dei manager e influenzano il processo decisionale ben oltre i risultati attesi del problema che viene risolto sullo schermo.

Naturalmente, questo potere non è limitato agli imprenditori ed ai manager aziendali. Gli individui potevano pianificare i loro budget, gli scienziati potevano analizzare e simulare i dati, gli ingegneri potevano eseguire calcoli e così via.

In ogni caso la capacità di chiedersi “e se?” (what if) fa emergere il bambino interiore che vuole giocare con i dati e il risultato è ispirazione, creatività e apprendimento senza limiti.

L’effetto combinato di questo potere sui dati nelle mani degli individui è stata ed è un’amplificazione della produttività. Non c’è da meravigliarsi che la disponibilità di VisiCalc giustificasse l’acquisto di un computer. I guadagni di produttività erano reali e quantificabili. E lo sono ancora oggi.

Potrei parlarvi di Lotus 1-2-3, Quattro Pro, Symphony, Multiplan, e di tanti altri “spreadsheet” che ho conosciuto, usato ed insegnato ad usare ma alleggeriamo il discorso.

Excel non serve solo a far di conto.

C’è anche chi grazie a un foglio di calcolo esprime la propria vena artistica: è il caso di Tatsuo Horiuchi, l’artista giapponese che dipinge con Microsoft Excel e che ha addirittura dichiarato che “anche se non hai talento nella pittura, puoi dipingere finché hai Excel”.

Tatsuo Horiuchi, Excel, pixel su tela

Mi sono cimentato anche io nell’arte di trasformare le celle in dipinti. Il risultato non è comparabile alle opere di Horiuchi ma un quarto d’ora di relax tra analisi, report, prospetti e dashboard l’ho ottenuto!!

Paolo, Excel Paint, 100 x 100 pixel = 10.000 celle

Volte un altro esempio di forma d’arte? Con un foglio di calcolo si possono anche comporre sinfonie, come dimostrato da Dylan Tallchief, youtuber e compositore di musica elettronica che ha creato una Digital Audio Workstation (DAW) utilizzando xlStudio di Microsoft Excel.

a-ha – Take On Me su Excel

 

 

 

Torniamo seri. Come gli spreedsheet hanno invaso il mondo

Saper usare i fogli di calcolo è ormai necessario in qualsiasi ambito. Serve a organizzare, analizzare e comprendere i dati aziendali (non conosco azienda dove non venga utilizzato), serve a migliorare la propria efficienza, l’organizzazione e la gestione del tempo. Valorizza il nostro curriculum. Aiuta a gestire i conti di casa. O a inviare razzi nello spazio!

In definitiva, consente di affrontare e risolvere i problemi in modo organizzato. Ecco perchè un foglio di calcolo ci aiuta ogni giorno in diversi ambiti della nostra vita.

Conclusione e spoiler commerciale

Se state ancora leggendo questo lungo articolo vi ringrazio e mi auguro lo abbiate trovato interessante e divertente. Sono un tecnico e scrivere non è facile per me. Il prossimo anno cercherò di migliorare contenuti e scorrevolezza del testo.

Essendo tecnico e anche un fan dello strumento che mi accompagna ormai da più di 30 anni nel mio lavoro, mi permetto ancora alcune righe per fare uno spot per promuovere l’uso professionale del foglio di calcolo più diffuso al mondo, Excel.

Da qualche parte ho sentito dire che siamo 400 milioni di utilizzatori. Il numero esatto non ha importanza, è certo che non conosco azienda che non ha qualche ”Excel” a complemento del gestionale aziendale, come gestore di qualche processo specifico o semplicemente per analizzare le statistiche nella modalità preferita con tanto di grafico collegato.

Pertanto, sono certo che conoscete Excel e lo sapete utilizzare anche bene. Ma sono altrettanto certo che in molti lo utilizzate più o meno come ai tempi del VisiCalc, con le logiche e le funzionalità di base, al massimo qualche somma.se() o cerca.vert() o qualche macro in VBA.

Sappiate che Excel è cambiato parecchio dal 1985, soprattutto nelle ultime versioni.

Il “guru” per eccellenza di Excel, Bill Jelen (denominato Mr.Excel) ha scritto:

 

 

 

“Power Query e Power Pivot sono state la miglior cosa che poteva accadere ad Excel negli ultimi 20 anni”

(NB: Power Query e Power Pivot sono parte integrante di Excel dal 2016.)

Excel ora è molto di più e negli ultimi anni è diventato uno strumento incredibile. Nell’ultimo corso che ho tenuto per una importante azienda abruzzese, con centinaia di fogli Excel in uso, il controller mi ha mandato il feedback di fine corso dicendo “Mi hai stravolto il modo di utilizzare Excel. Ho modificato tutti i fogli costruiti in 20 anni con le nuove conoscenze ed ora impiego molto meno tempo ad aggiornare i dati e completare i miei lavori”.

Se volete imparare ad utilizzare Excel sfruttando i nuovi strumenti e sfruttando le nuove funzionalità, scrivetemi. A tutti coloro che citano questo articolo riserverò uno sconto particolare!

Grazie e .. al prossimo 17 ottobre!

Paolo | Softing Consulting

PS: Se volete creare anche voi un’opera d’arte con Excel scrivetemi. Esiste sempre un barbatrucco per rendere semplici le cose complesse!

Fonti: Data Ninja, Ted, Debra Dalgleish, benlo.com, Bill Jelen (MrExcel)

Powered by Softing Consulting | Digital Technology | Privacy e Cookie policy | Stato del sito