Invalidità compatibile con tutele Covid: ripresentazione della domanda

Adesione all’Accordo di Consultazione Fatture Elettroniche

L’assegno ordinario di invalidità è cumulabile con le misure a sostegno del reddito emanate per fronteggiare l’emergenza Covid-19; lo ha stabilito il Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020, cd. “Decreto Rilancio”, con l’art. 86. L’art. in esame prevede espressamente che sebbene “le indennità di cui agli articoli 84, 85, 78 e 98 non sono tra loro cumulabili e non sono cumulabili con l’indennità di cui all’articolo 44 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18” , esse possono invece essere cumulate “con l’assegno ordinario di invalidità di cui alla legge 12 giugno 1984, n. 222”.  Ciò comporta che le indennità di 600 euro erogate a vario titolo da parte del Decreto Cura Italia possono essere fruite anche da chi percepisce un assegno ordinario di invalidità. Chi ha visto respingere la propria richiesta in presenza di un assegno di invalidità potrà così ripresentare la domanda entro il 3 giugno 2020 (cioè entro i 15 giorni dall’emanazione del Decreto Rilancio).

Fonte: http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/01152757.pdf

Corso GIS Redditi Persone Fisiche 2020

Continua la pubblicazione dei Corsi Online Ranocchi GIS: questa settimana il modulo Redditi Persone Fisiche 2020
Qui il coupon per l’accesso al corso

SOFTWARE GESTIONALE GRATUITO PER PARRUCCHIERI, HAIRSTYLIST E CENTRI ESTETICI

Con il Decreto Legge “Riaperture”, da domani 18 maggio potranno riaprire in Italia quasi tutte le attività, compresi saloni, centri estetici e parrucchieri. Molti di questi forse non sono pronti a gestire prenotazioni, appuntamenti e in genere a gestire l’attività in modo organizzato e pianificato digitalmente, tenendo presente che la disposizione tra le indicazioni recita che “… è consentito l’accesso dei clienti solo tramite prenotazione. Bisogna mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni …”

A tutti questi vogliamo offrire gratuitamente, fino al 31/05/2020, J.HAIR, il nostro software per la gestione di saloni, centri estetici e parrucchieri. Il software consente la gestione delle prenotazioni e delle fiches di lavoro senza limitazioni, oltre a tante funzionalità per organizzare la gestione dell’attività in modo semplice e veloce.

Come richiedere il software

Registrandosi al sito ecommerce Softing Digital Store potete richiedere il software inserendo il coupon con lo sconto 100% “RIAPROCONSOFTING” all’atto del checkout del carrello. Dopo la registrazione Vi invieremo il link per scaricare gratuitamente il software ed una guida rapida per l’installazione e l’utilizzo. Il software è disponibile solo per sistemi Windows.

J.HAIR semplifica la gestione del tuo salone! Richiedi subito il software gratuito qui: Softing Digital Store

Softing

 

Softing Consulting
Marketing

Per approfondire:

Testo del decreto: https://quito.soc.it:8443/nextcloud/index.php/s/yG9WkHsRMtXaAzM

Articolo del Sole24ore: https://www.ilsole24ore.com/art/dalle-seconde-case-visite-amici-ecco-cosa-potremo-fare-lunedi-ADgsr2Q

Articolo del Corriere della Sera: https://www.corriere.it/politica/20_maggio_17/decreto-18-maggio-testo-definitivo-riaperture-firmato-conte-a75f00be-985b-11ea-ba09-20ae073bed63.shtml

Estratto della disposizione ministeriale: Parrucchieri e centri estetici – Nel settore della cura della persona – barbieri ed estetisti – è consentito l’accesso dei clienti solo tramite prenotazione. Bisogna mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni e può essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura maggiore di 37,5 °C. Bisogna riorganizzare gli spazi per assicurare il «mantenimento di almeno 1 metro di separazione sia tra le singole postazioni di lavoro, sia tra i clienti». Tra le prescrizioni più importanti c’è quella che prevede per operatore e il cliente l’obbligo di indossare la mascherina. In particolare per i servizi di estetica, «nell’erogazione della prestazione che richiede una distanza ravvicinata, l’operatore deve indossare la visiera protettiva e mascherina FFP2 senza valvola».



ULTIMA ORA FAQ DEL MINISTERO SUL BONUS 600 EURO UNA TANTUM

In una FAQ del Ministero si risponde oltre la legge come segue:

Bonus 600 euro anche ai soci di Snc e Srl: i chiarimenti del MEF

I soci di società di persone o di capitali che per obbligo di legge devono iscriversi alle gestioni speciali dell’Ago (INPS Commercianti e Artigiani) , non classificabili come lavoratori autonomi perché svolgono l’attività in forma societaria, sono tra i destinatari dell’indennità di 600 euro per il mese di marzo? E in caso di risposta affermativa, i 600 euro sono da riconoscere a tutti i soci?

Alla domanda il MEF risponde in maniera affermativa. Come riportato nelle FAQ disponibili online, se i singoli soci sono iscritti alle Gestioni INPS potranno fare domanda per il bonus di 600 euro.

Per presentare la domanda occorrerà richiedere il PIN personale all’INPS.

La richiesta del PIN può essere effettuata tramite una procedura semplificata predisposta per l’occasione attraverso il sito internet www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”; oppure attraverso il Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06 164164 (a pagamento da rete mobile).

Le prime 8 cifre del PIN consentiranno l'autenticazione necessaria per la compilazione e l’invio della domanda on line.

Se non si riceve la prima parte del PIN entro 12 ore dalla richiesta è possibile chiamare il Contact Center per la validazione della richiesta.

In attesa di ulteriori chiarimenti si consiglia la gentile Clientela di fare richiesta del PIN personale come sopra esposto per entrare in graduatoria, poi si vedrà chi avrà diritto o meno, male che vada non sarà accolta la domanda…

Cordiali saluti

Chiusura negozi per CoronaVirus e adempimenti con registratore telematico

Ci sono obblighi per gli esercizi commerciali che hanno dovuto fermare l’attività per l'emergenza CoronaVirus relativamente agli adempimenti con il registratore telematico?

No, non ci sono adempimenti particolari per i negozianti: vediamo il perchè:

Non vi sono adempimenti collegati al fermo delle attività commerciali per CoronaVirus perchè le specifiche tecniche per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi ..

.. indicano esplicitamente a pag. 25-26 che in caso di interruzione dell'attività … per eventi eccezionali … alla prima trasmissione successiva … provvede all'elaborazione ed all'invio di un unico file contenente la totalità dei dati ad importo zero relativi al periodo di interruzione …

Pertanto la risposta è: NO ! Non bisogna fare nulla.

Buona ripresa delle attività a tutti!

Powered by Softing Consulting | Digital Technology | Privacy e Cookie policy | Stato del sito