World Password Day 2022

Oggi è il Password Day: 23 milioni di persone nel mondo usano ancora “123456” !!

Ogni 5 maggio si celebra in tutto il mondo il “World Password Day”, una giornata mondiale creata da Intel nel 2013 con lo scopo di contribuire alla consapevolezza della sicurezza digitale.

Tu hai un sistema per proteggere le tue password? Ti offriamo noi gratuitamente un metodo per avere Password sicure e facilmente ricordabili.

Con le schede password sicure potrai utilizzare password diverse per ogni accesso, account e area sicura, senza dover ricordare tutte queste password, senza scriverle da nessuna parte!

Scarica la Scheda Password sicura

  • Facile, ricorda un metodo semplice invece di molte password complesse.
  • Sicuro, nessuno può leggere le tue password!
  • Usabilità, Utilizzare password diverse per servizi diversi

Password sicure per il ransomware

  • Le schede metodo password mantengono le password al sicuro dagli attacchi ransomware e impediscono ai criminali informatici di assumere il controllo dei diversi accessi e account.
  • Ogni carta è unica al 100% (non ne esistono 2 al mondo) e ti consente di generare più password utilizzando il tuo metodo di password, conosciuto solo da te.
  • Grazie al tuo metodo di password unico, la Password Card non può essere utilizzata da nessun altro se non da te, anche se la perdi!
  • Genera serie di password illimitate di cui solo TU conosci la combinazione di password!
  • Non esiste una versione digitale, il che la rende estremamente sicura e a prova di criminalità informatica! Nessun computer, cellulare o qualsiasi metodo digitale può accedervi in qualsiasi momento!
  • Scaricali e stampali da un altro PC per non avere mai una versione digitale sul tuo computer quotidiano né sulla rete, il che significa una sicurezza estremamente elevata.

Non circolano più dati riservati di login dell’utente

Gli esperti raccomandano sempre di utilizzare password costituite da una lunga combinazione di lettere e numeri e di cambiare regolarmente le proprie password. Il problema nella vita di tutti i giorni è che gli utenti si trovano a dover ricordare troppe password diverse. Diventa semplicemente impossibile applicare anche le regole di sicurezza più elementari. Di conseguenza, la maggior parte degli utenti utilizza semplicemente la stessa password facile da ricordare ovunque (ad esempio il nome di un animale domestico, il nome dell’animale domestico del marito o della moglie o il compleanno del bambino). Password come queste sono facilmente indovinate o ottenute da programmi spyware, con i quali gli hacker possono fare grandi danni. La scheda password risolve tutti i problemi contemporaneamente. La scheda metodo password combina semplicità e sicurezza ottimale e consente di generare password lunghe, complesse e quindi sicure molto facilmente senza la preoccupazione di ricordarle.

Migliora la sicurezza degli account di accesso e i dati privati

Non riutilizzare mai le password esistenti con il nostro unico metodo di password! Ora puoi avere una password diversa per ciascuna delle tue aree sicure online senza dover ricordare ognuna di esse e senza utilizzare un gestore di password.

Massima protezione da hacking: le password non vengono memorizzate su nessuna rete!

Le nostre schede di generazione di password cartacee non sono memorizzate né sul tuo computer né in un database cloud. Se dovesse essere rubato, perso o lasciato su un tavolo che giace intorno al tuo laptop, NESSUNO può leggere la tua password senza il tuo metodo di lettura segreto. Ogni carta è unica. Tutti gli aspetti di sicurezza sono coperti per le tue password.

Scheda password univoca personalizzata

Definire un unico metodo di lettura personale da utilizzare ogni volta costituito da un punto di partenza e un percorso di lettura. Il metodo di lettura è essenzialmente un modello che consente all’utente di generare tutte le password necessarie. Queste password sicure non possono essere violate nemmeno dalle più recenti tecniche di hacking; né è un problema se l’utente perde la carta: senza il metodo di lettura personale è inutile. Ogni carta è unica!

Modificare il metodo della password in qualsiasi momento

Sempre utilizzando la stessa scheda password, puoi decidere di cambiare il tuo metodo di lettura. Può essere in diagonale o una forma che puoi facilmente ricordare come la tua iniziale, una forma animale, ecc … Le idee sul metodo della password sono infinite.

Come utilizzare la tua scheda password unica?

Tutto ciò che gli utenti devono fare è definire un 1 colonna iniziale e un unico metodo di lettura personale 2 unico metodo di lettura personale Il metodo di lettura, o percorso di lettura, è essenzialmente un modello che consente all’utente di generare tutte le password necessarie (6 a destra sull’esempio a parte) che si applicano a un punto di partenza. Completa le tue password con il 3 codice sicuro Ogni carta è unica! Le nostre schede di metodo con password sicure non possono essere violate nemmeno dalle più recenti tecniche di hacking. Perdere le carte inoltre non è un problema di sicurezza: senza il metodo di lettura personale è inutile.

Punto di partenza

Per ogni riga della scheda password, si ottiene il punto di partenza di una password, combinandola con la colonna iniziale scelta. Sulla scheda password cartacea gratuita, annotare il diverso account sul lato destro della riga corrispondente. Sulla scheda password in PVC, annota i tuoi diversi account e accessi sul retro della carta.

Esempio su come utilizzare la scheda password

La colonna iniziale è: – Il metodo di lettura è: 6 a destra – Il codice sicuro è: M&4

  • Il punto di partenza dell’account Google è M1. Utilizzando la scheda di esempio, la password di Google è 5JRt9f&4
  • Se il tuo punto di partenza di accesso Amazon è M3, la tua password Amazon sarebbe: pFfCgc&4
  • Il punto di partenza della password di backup è M11, la password è: hpZwA7&4

Il tuo metodo di lettura = sicurezza delle tue password

Più complesso è il tuo metodo di lettura, più sicuri sono i tuoi account. In effetti, ti consigliamo di non scegliere 6 a destra come nell’esempio sopra, ma qualcosa di più complicato come: 7 a sinistra, 5 diagonali che scendono verso destra e 2 verso l’alto. Oppure può essere una forma che puoi facilmente ricordare come la tua iniziale, una forma animale, ecc … Le idee sul metodo della password sono infinite.

Cambia le tue password in qualsiasi momento

Sempre utilizzando la stessa scheda password, puoi decidere di cambiare metodo di lettura quando desideri rinnovare le password dei tuoi account / login. Ti consigliamo di rinnovare le password almeno una volta all’anno, se possibile di più.

Ottieni la tua password card gratuita QUI

Vantaggi del generatore di password personalizzato

  • Migliora la sicurezza IT e la protezione dei dati.
  • Facile da usare. Crea una moltitudine di password sicure senza doverle ricordare.
  • Zero rischi associati in caso di perdita delle carte password!
  • Tutorial online incluso.
  • Completamente gratuito!

Cos’è la Business Intelligence? Cosa fanno in realtà i professionisti della BI?

La Business Intelligence è la disciplina e il processo attraverso il quale le imprese utilizzano strategie e tecnologie per analizzare dati attuali e storici, con l’obiettivo di migliorare il processo decisionale strategico e quindi fornire un vantaggio competitivo.

BI Software nel suo complesso è un sistema, un processo ed un pacchetto di strumenti che consentono di sfruttare i dati aziendali.

Business Intelligence è un titolo che viene utilizzato in modo intercambiabile con la tecnologia e una moltitudine di sistemi per la gestione dei dati. Ciò è in parte dovuto alla crescita esponenziale del termine nel campo dell’analisi dei dati e ai ruoli tradizionali come gli sviluppatori ETL o gli amministratori di database a cui vengono affibbiati titoli nuovi e in evoluzione, a seconda delle esigenze aziendali.

L’obiettivo finale di qualsiasi strategia di Business Intelligence dovrebbe essere quello di disporre di un’infrastruttura solida che supporti la capacità degli utenti aziendali di fare analisi self service sulla maggior parte delle richieste aziendali. Il team di Business Intelligence viene quindi lasciato a gestire l’architettura, le richieste di dati, le query su misura o le dashboard più complesse.

Spreadsheet Day 2021

Spreadsheet Day 2021, le persone che amano i dati oggi celebrano i fogli di calcolo.

 

 

Visicalc, Dan Bricklin, Bob Frankston, 1979

Tranne alcuni fan del settore, pochi sanno che oggi, 17 ottobre, è la giornata internazionale del foglio di calcolo, o Spreadsheet Day, la giornata che celebra i fogli di calcolo, lo strumento che ci permette di manipolare i dati in formato tabellare sui nostri computer, senza il quale il mondo del’informatica non sarebbe oggi come lo conosciamo.

A inventare questa giornata è stata Debra Dalgleish, una freelance canadese che lavora nella consulenza informatica dalla metà degli anni Ottanta (più o meno come me 🙂 ).

Perché proprio questa data? Perchè il 17 ottobre del 1979 venne rilasciato VisiCalc, il primo programma di elaborazione di fogli elettronici sviluppato da Dan Bricklin e Bob Frankston per il computer Apple II.

Dan Bricklin ha cambiato il mondo per sempre quando ha co-costruito VisiCalc, il primo foglio di calcolo elettronico, progenitore dei programmi che probabilmente usiamo ogni giorno, come Microsoft Excel o Fogli Google.

Scopri la storia dell’ingegnere del software e della sua invenzione rivoluzionaria.

Prendetevi 10 minuti per vedere un pezzo di storia (forse la più importante) dell’informatica personale. E’ in inglese ma potete impostare la traduzione automatica in italiano con l’icona con i tre puntini in basso.

 

VisiCalc fu determinante per far arrivare un pc su ogni scrivania (Microsoft Vision)

PS: Anche io ho iniziato a programmare con una Texas Instrument TI-57 in quegli anni !!

La storia di VisiCalc, il nonno di Excel

VisiCalc è stato il software che ha portato la potenza del personal computer all’uomo comune. (cit.)

La potenza di VisiCalc non si è fermata alla creazione di un foglio di calcolo. La libertà di cambiare qualsiasi numero, in qualsiasi punto del foglio, e vederne immediatamente gli effetti su tutti i campi calcolati coinvolti con quel numero, ha permesso agli utenti di sperimentare, verificare, analizzare in modo rapido e totalmente intuitivo. Come strumento di pianificazione aziendale, ha creato automaticamente una comprensione dei fattori sensibili e insensibili che era quasi impossibile da apprezzare in qualsiasi modo precedente. L’amplificazione risultante della business intelligence e una maggiore consapevolezza di come opera un’azienda diventano incorporate nella psiche dei manager e influenzano il processo decisionale ben oltre i risultati attesi del problema che viene risolto sullo schermo.

Naturalmente, questo potere non è limitato agli imprenditori ed ai manager aziendali. Gli individui potevano pianificare i loro budget, gli scienziati potevano analizzare e simulare i dati, gli ingegneri potevano eseguire calcoli e così via.

In ogni caso la capacità di chiedersi “e se?” (what if) fa emergere il bambino interiore che vuole giocare con i dati e il risultato è ispirazione, creatività e apprendimento senza limiti.

L’effetto combinato di questo potere sui dati nelle mani degli individui è stata ed è un’amplificazione della produttività. Non c’è da meravigliarsi che la disponibilità di VisiCalc giustificasse l’acquisto di un computer. I guadagni di produttività erano reali e quantificabili. E lo sono ancora oggi.

Potrei parlarvi di Lotus 1-2-3, Quattro Pro, Symphony, Multiplan, e di tanti altri “spreadsheet” che ho conosciuto, usato ed insegnato ad usare ma alleggeriamo il discorso.

Excel non serve solo a far di conto.

C’è anche chi grazie a un foglio di calcolo esprime la propria vena artistica: è il caso di Tatsuo Horiuchi, l’artista giapponese che dipinge con Microsoft Excel e che ha addirittura dichiarato che “anche se non hai talento nella pittura, puoi dipingere finché hai Excel”.

Tatsuo Horiuchi, Excel, pixel su tela

Mi sono cimentato anche io nell’arte di trasformare le celle in dipinti. Il risultato non è comparabile alle opere di Horiuchi ma un quarto d’ora di relax tra analisi, report, prospetti e dashboard l’ho ottenuto!!

Paolo, Excel Paint, 100 x 100 pixel = 10.000 celle

Volte un altro esempio di forma d’arte? Con un foglio di calcolo si possono anche comporre sinfonie, come dimostrato da Dylan Tallchief, youtuber e compositore di musica elettronica che ha creato una Digital Audio Workstation (DAW) utilizzando xlStudio di Microsoft Excel.

a-ha – Take On Me su Excel

 

 

 

Torniamo seri. Come gli spreedsheet hanno invaso il mondo

Saper usare i fogli di calcolo è ormai necessario in qualsiasi ambito. Serve a organizzare, analizzare e comprendere i dati aziendali (non conosco azienda dove non venga utilizzato), serve a migliorare la propria efficienza, l’organizzazione e la gestione del tempo. Valorizza il nostro curriculum. Aiuta a gestire i conti di casa. O a inviare razzi nello spazio!

In definitiva, consente di affrontare e risolvere i problemi in modo organizzato. Ecco perchè un foglio di calcolo ci aiuta ogni giorno in diversi ambiti della nostra vita.

Conclusione e spoiler commerciale

Se state ancora leggendo questo lungo articolo vi ringrazio e mi auguro lo abbiate trovato interessante e divertente. Sono un tecnico e scrivere non è facile per me. Il prossimo anno cercherò di migliorare contenuti e scorrevolezza del testo.

Essendo tecnico e anche un fan dello strumento che mi accompagna ormai da più di 30 anni nel mio lavoro, mi permetto ancora alcune righe per fare uno spot per promuovere l’uso professionale del foglio di calcolo più diffuso al mondo, Excel.

Da qualche parte ho sentito dire che siamo 400 milioni di utilizzatori. Il numero esatto non ha importanza, è certo che non conosco azienda che non ha qualche ”Excel” a complemento del gestionale aziendale, come gestore di qualche processo specifico o semplicemente per analizzare le statistiche nella modalità preferita con tanto di grafico collegato.

Pertanto, sono certo che conoscete Excel e lo sapete utilizzare anche bene. Ma sono altrettanto certo che in molti lo utilizzate più o meno come ai tempi del VisiCalc, con le logiche e le funzionalità di base, al massimo qualche somma.se() o cerca.vert() o qualche macro in VBA.

Sappiate che Excel è cambiato parecchio dal 1985, soprattutto nelle ultime versioni.

Il “guru” per eccellenza di Excel, Bill Jelen (denominato Mr.Excel) ha scritto:

 

 

 

“Power Query e Power Pivot sono state la miglior cosa che poteva accadere ad Excel negli ultimi 20 anni”

(NB: Power Query e Power Pivot sono parte integrante di Excel dal 2016.)

Excel ora è molto di più e negli ultimi anni è diventato uno strumento incredibile. Nell’ultimo corso che ho tenuto per una importante azienda abruzzese, con centinaia di fogli Excel in uso, il controller mi ha mandato il feedback di fine corso dicendo “Mi hai stravolto il modo di utilizzare Excel. Ho modificato tutti i fogli costruiti in 20 anni con le nuove conoscenze ed ora impiego molto meno tempo ad aggiornare i dati e completare i miei lavori”.

Se volete imparare ad utilizzare Excel sfruttando i nuovi strumenti e sfruttando le nuove funzionalità, scrivetemi. A tutti coloro che citano questo articolo riserverò uno sconto particolare!

Grazie e .. al prossimo 17 ottobre!

Paolo | Softing Consulting

PS: Se volete creare anche voi un’opera d’arte con Excel scrivetemi. Esiste sempre un barbatrucco per rendere semplici le cose complesse!

Fonti: Data Ninja, Ted, Debra Dalgleish, benlo.com, Bill Jelen (MrExcel)

Come produciamo il software che ci chiedete: il modello Agile e il metodo Scrum

Come produciamo il software che ci chiedete: il modello Agile e il metodo Scrum

“Stiamo scoprendo modi migliori di creare software, sviluppandolo e aiutando gli altri a fare lo stesso..” cit. Bob Martin, Snowbird, Utah

Alcuni giorni fa ho iniziato a raccogliere del materiale per fare un post sul 20° anniversario del Manifesto Agile, una metodologia adottata in tutto il mondo per lo sviluppo del software (e non solo).

Personalmente ho iniziato ad utilizzare alcune parti del modello inconsapevolmente e solo dopo ho scoperto che quello che facevo era stato codificato nella metodologia Agile in cui mi sono subito ritrovato. Oggi io e il dev team della Softing applichiamo questo metodo di sviluppo in tutte le applicazioni che produciamo (in una versione rivista e adattata alle nostre dimensioni)!

Nel 2021 “Agile” è molto più un sostantivo, e viene utilizzato nella formazione, nel coaching, nella consulenza, nel marketing ed in molti altri settori. Il Manifesto è stato tradotto in più di 60 lingue.

NdA: Mentre raccoglievo testi e spunti per scrivere questo articolo, questa mattina su LinkedIn un Project manager (con la P maiuscola) ha postato un video che spiega alla perfezione tutto il metodo Agile, inserendolo nel contesto più adatto che è il Project Management. Se siete interessati all’argomento non ve lo perdete! Per quanto mi riguarda lo terrò tra i miei video preferiti e lo farò vedere ad ogni cliente che mi chiederà in che modo sviluppiamo il software perchè non sarei mai capace di descriverlo meglio. Grazie Marco Caressa. (Il video è in fondo all’articolo).

Se invece preferite leggere, provo a descrivere il modello:

Che cos’è Agile? e Scrum?

La parola Agile viene utilizzata per la prima volta nel 2001 con la pubblicazione del Manifesto per lo sviluppo Agile del software. Mentre la parola Scrum venne già utilizzata nell’articolo “The New New Product Development Game” del 1986 pubblicato dalla Harvard Business Review nel quale gli autori, Nonaka e Takeuchi, spiegano una modalità di lavoro in team per sviluppare nuovi prodotti che ricorda la mischia del rugby, lo Scrum, dove l’intero team decide come muoversi al momento e in modalità auto-organizzata.

In sostanza Agile è prima di tutto un mindset, quindi una filosofia, un modo di pensare, un paradigma organizzativo descritto da 4 linee guida che ne costituiscono la filosofia e definito da 12 principi.

Il Paradigma

“UN PARADIGMA È UN INSIEME DI TEORIE, MODUS OPERANDI, METODOLOGIE, ASSUNTI, MODELLI OPERATIVI, IDEE E CREDENZE CHE PERMETTE DA UNA PARTE DI AVERE UNA LETTURA DELLA REALTÀ, DALL’ALTRA FORNISCE GLI STRUMENTI OPERATIVI PER AGIRE SU QUELLA REALTÀ.”

Molti aspetti della realtà oggi sono complessi. Ogni contesto complesso è definito V.U.C.A. ovvero: Volatile, Imprevedibile (Unpredictable), Complesso e Ambiguo. In questi contesti la velocità di adattamento è l’unica risposta possibile. Agile è la capacità di rispondere in modo rapido anche ad aspetti complessi e non pianificati. O meglio, è la capacità di ripianificare continuamente che cosa fare per cogliere le opportunità che emergono dall’ambiente in cui si opera.

Lo schema

Agile e Scrum non sono la stessa cosa. Scrum è una delle tante metodologie Agile, sicuramente la più popolare, ed è per questo che viene spesso associato ad Agile.

Il modello Agile è un concetto astratto, una filosofia che se fosse materiale sarebbe allo stato liquido e prenderebbe le sembianze dell’acqua di cui parla Bruce Lee nel famoso aforisma “Senza forma, senza limiti, come l’acqua”.

Il metodo Scrum è un framework costituito da un insieme di pratiche che suddividono i processi di gestione del progetto in base alle esigenze del cliente.

Questo schema si presta perfettamente ai nostri progetti, visto che nasce proprio in contesto informatico per la produzione di software.

Il metodo Agile Scrum

In una società e in un contesto produttivo in continuo mutamento questa filosofia si contrappone all’approccio dove un progetto viene definito prima e poi mandato in produzione, ma “sfida” l’approccio tradizionale e lineare suddividendo i progetti in piccole parti da realizzare in brevi periodi denominati sprint.

Ogni sprint è caratterizzato dal rilascio di un semilavorato di valore, funzionante e apprezzabile dal cliente, che viene testato dal cliente stesso così da verificarne la congruenza con le sue aspettative e che così interagisce con il team di sviluppo e valida, propone o apporta modifiche al progetto.

Ciò permette al metodo Scrum di avere un approccio incrementale in cui ogni Sprint migliora quello precedente avvicinandosi sempre più al risultato atteso dal cliente e attenuando in questo modo il rischio di fallimento del progetto stesso.

I 3 pilastri della filosofia Scrum

  • Trasparenza: chiunque partecipi al progetto conosce il proprio scopo e quello degli altri;
  • Ispezione: verifica di ogni iterazione ed incremento attraverso metriche di misurazione che consentono un alto grado di adattabilità e piena libertà di modifica;
  • Adattamento: in base ai risultati dell’ispezione il progetto viene continuamente revisionato per migliorare le performance e garantire il maggior valore possibile al cliente finale

I 3 ruoli inclusi nello Scrum Team che lavorano fianco a fianco

  • Scrum Master: il responsabile del processo che garantisce il rispetto della metodologia Scrum, elimina ostacoli e organizza meeting di confronto;
  • Product Owner: l’interfaccia tra business e cliente, massimizza il valore del prodotto e gestisce gli interessi di tutti i stakeholder;
  • Team di Sviluppo: il gruppo che si occupa dello sviluppo del prodotto, testa le funzionalità e organizza le priorità in task da completare.

I 3 artefatti utili a massimizzare trasparenza, ispezione e adattamento

  • Product Backlog: documento che contiene la lista di tutti requisiti necessari per la realizzazione del progetto;
  • Sprint Backlog: documento che definisce tutti i task da completare nei singoli sprint;
  • Incremento: la somma di tutti gli elementi del Product Backlog completati durante uno sprint e durante gli sprint precedenti.

I 4 eventi Scrum programmati per ridurre sprechi e ritardi

  • Sprint Planning: il momento in cui il Product Owner stila il Product Backlog, descrive gli item più importanti e l’obiettivo da raggiungere;
  • Daily Scrum: confronto giornaliero tra Team di Sviluppo e Scrum Master in cui si annota il lavoro svolto il giorno precedente e si crea un piano per le prossime 24 ore per prevedere e sincronizzare le attività;
  • Sprint Review: una revisione alla fine di ogni sprint per valutare i risultati in cui partecipa anche il committente;
  • Sprint Retrospective: analisi retrospettiva per valutare come migliorare ulteriormente le performance nello sprint successivo.

Gli appuntamenti operativi

Le Cerimonie (incontri stabiliti) che compongono ogni Sprint:

  1. Sprint Planning: Ogni 2 settimane, solitamente il lunedì, pianifichiamo le attività da svolgere;
  2. Rilasci: Ogni 2 settimane, solitamente il giovedì, avviene l’aggiornamento delle funzionalità delprogetto;
  3. Sprint Review: Ogni 2 settimane, solitamente il venerdì, il team di sviluppo mostra ai clienti il lavoro svolto e le novità implementate;
  4. Sprint Retrospective: Ogni 2 settimane, solitamente il venerdì, ci confrontiamo su cosa ha funzionato e cosa no.

Ogni giorno un breve Stand Up Meeting (Daily Scrum) permette di allinearci internamente su cosa si è fatto il giorno precedente, il programma giornaliero e gli obiettivi da completare nel giorno.

Lavorare in blocchi operativi per raggiungere gli obiettivi dei vari step e condividere con il cliente l’intero progetto permette di creare un rapporto di fiducia e garantire un vantaggio competitivo caratterizzato da efficienza e qualità.

Perché SOFTING utilizza il metodo Agile Scrum

Alla SOFTING abbiamo sposato il metodo Agile Scrum perché a nostro avviso offre numerosi vantaggi che permettono di lavorare in maniera trasparente ed efficiente, garantendo il risultato ai nostri clienti.

Da quando utilizziamo questo metodo abbiamo beneficiato di numerosi vantaggi, diffusi su più livelli:

  • Siamo soddisfatti per la relazione fortificata con i clienti e la loro soddisfazione per il nostro lavoro;
  • Il team è maggiormente motivato perché ha il pieno controllo sul lavoro svolto con conseguente responsabilizzazione;
  • I clienti sono soddisfatti perchè comprendono cosa facciamo, verificano l’efficienza della pianificazione e il rispetto delle tempistiche, gradiscono l’interazione con il team di sviluppo ed apprezzano la possibilità di correggere le funzionalità in corso d’opera. E soprattutto vedono trasformare il proprio investimento economico nella soluzione che desideravano!

Siamo convinti che la perfezione non esiste ma vada sempre ricercata, per questo da anni continuiamo ogni giorno a studiare per migliorarci continuamente e comprendere al meglio l’applicazione di questo fantastico schema.

NdA: siamo firmatari del Independent Signatories of The Manifesto for Agile Software Development (https://agilemanifesto.org/display/index.html) alla pagina #138 nel Febbraio 2009 (http://agilemanifesto.org/display/000000138.html)

Manifesto per lo Sviluppo Agile di Software

4 linee guida

Stiamo scoprendo modi migliori per sviluppare software facendolo e aiutando gli altri a farlo. Attraverso questo lavoro siamo arrivati ​​a valorizzare:

  1. Individui e interazioni su processi e strumenti
  2. Software funzionante su documentazione completa
  3. Collaborazione con il cliente sulla negoziazione del contratto
  4. Risposta al cambiamento rispetto a un piano

Cioè, mentre c’è valore negli elementi a destra, diamo più valore agli elementi a sinistra.

I principi sottostanti al Manifesto Agile

12 principi

  1. La nostra priorità è soddisfare il cliente rilasciando software di valore, fin da subito e in maniera continua.
  2. Accogliamo i cambiamenti nei requisiti, anche a stadi avanzati dello sviluppo. I processi agili sfruttano il cambiamento a favore del vantaggio competitivo del cliente.
  3. Consegniamo frequentemente software funzionante, con cadenza variabile da un paio di settimane a un paio di mesi, preferendo i periodi brevi.
  4. Committenti e sviluppatori devono lavorare insieme per tutta la durata del progetto.
  5. Fondiamo i progetti su individui motivati. Confidiamo nella loro capacità di portare il lavoro a termine.
  6. Una conversazione faccia a faccia è il modo più efficiente e più efficace per comunicare con il team ed all’interno del team.
  7. Il software funzionante è il principale metro di misura di progresso.
  8. I processi agili promuovono uno sviluppo sostenibile. I manager, gli sviluppatori e gli utenti dovrebbero essere in grado di mantenere indefinitamente un ritmo costante.
  9. La continua attenzione all’eccellenza tecnica e alla buona progettazione esaltano l’agilità.
  10. La semplicità – l’arte di massimizzare la quantità di lavoro non svolto – è essenziale.
  11. Le architetture, i requisiti e la progettazione migliori emergono da team che si auto-organizzano.
  12. A intervalli regolari il team riflette su come diventare più efficace, dopodiché regola e adatta il proprio comportamento di conseguenza.

Buon Anniversario, Manifesto Agile! 20 anni portati bene!

Grazie per aver letto fino qui. Se non ne avete abbastanza.. buona visione!

Il video di Marco Caressa su Agile




Visualizzatore fatture elettroniche XML

Softing J.FTX – Visualizzatore gratuito fatture XML

Softing J.FTX : LA SOLUZIONE SOFTING PER ELABORARE IN MODO MASSIVO LE FATTURE XML: VISUALIZZAZIONE, STAMPA ED ESPORTAZIONE SU FOGLI EXCEL CON 1 CLIC

Cos’è J.FTX

J.FTX è un tool software stand-alone (non legato a nessun gestionale) disponibile sia in versione gratuita FREE che con licenza d'uso PREMIUM, ideato e prodotto da Softing Consulting, per la visualizzazione ed elaborazione massiva dei dati delle Fatture Elettroniche XML. Lo scopo del programma è sì quello di visualizzare le fatture, come fanno molti altri tool del genere, ma è il solo che consente di estrarre i dati su fogli Excel in modalità massiva per successive rielaborazioni gestionali, cosa che al momento non è disponibile con nessun prodotto autonomo presente sul mercato.

A chi è rivolto

J.FTX è dedicato a tutte le Aziende, Commercialisti, Artigiani e Professionisti che devono trattare le fatture elettroniche e desiderano un tool per organizzare i file xml delle fatture, ricercare velocemente i documenti emessi ai clienti o ricevuti dai fornitori senza dover conservare e organizzare le fatture di cortesia.

Molto utile anche per coloro che vogliono rielaborare periodicamente le Fatture Elettroniche con Excel per fare analisi, controllo di gestione, statistiche, dashboard, ecc.

Cosa permette di fare

J.FTX estrae i dati dei documenti XML (fatture di Vendita e di Acquisto, Note di Credito e Debito) presenti in una cartella del computer e li espone in modalità griglia consentendo di ordinarli, filtrarli, totalizzarli, ed esportarli su un foglio Excel con un solo clic. La versione FREE maschera gli importi ma consente comunque l'estrazione massiva dei documenti con numeri, data e ragione sociale. La versione PREMIUM non ha limitazioni.

La griglia consente una veloce verifica della sequenza dei documenti, dell'ammontare degli imponibili e delle imposte, della tipologia dei documenti presenti, di filtrare i documenti per ragione sociale, per importo o qualsiasi altro campo presente in griglia.

JFTX importa i dati delle fatture in un proprio archivio locale in modo da non dover elaborare continuamente l'intera cartella di origine come fanno i tool concorrenti. E' possibile quindi aggiungere i nuovi documenti scaricati aggiungendoli semplicemente alla cartella di destinazione o anche in sottocartelle. Il programma infatti effettua la ricerca in modo ricorsivo dal percorso indicato in tabella.

J.FTX importa sia le fatture in formato XML che quelle in formato P7M mostrando in griglia velocemente ed in formato leggibile il tipo di documento, il Cedente, il Prestatore, gli estremi del documento, i totali Imponibile, Imposta e Totale Documento, il numero delle aliquote IVA presenti nel documento.

ALTRE FUNZIONALITA' ( e altre arriveranno presto! )

J.FTX consente, inoltre, di visualizzare le singole fatture in formato semplificato, secondo lo standard ministeriale (in base al foglio di stile dello SDI o personalizzato) ed in formato XML testo.

Ancora, consente di filtrare, ordinare e totalizzare i documenti per singola Ragione sociale, sia Clienti che Fornitori, per un rapido controllo contabile

Infine dispone di semplici elaborazioni statistiche per Anno e Mese con dei grafici intuitivi ed immediati.

SCARICA ADESSO LA VERSIONE FREE O ACQUISTA SUBITO LA VERSIONE PREMIUM

DOWNLOAD J.FTX

Noleggio Operativo, un modo per rinnovare i propri beni strumentali senza mettere a rischio l’equilibrio finanziario.

Vuoi mantenerti competitivo? Gli investimenti in tecnologia sono necessari. Ma il periodo è quello che è. Però restare fermi non è mai una buona scelta. Un’aforisma (sono la mia passione) dice: “Stare fermi non esiste. Se non vai avanti stai andando indietro!”

Quindi? Decidi e fai la tua scelta. Se a preoccuparti è l’aspetto finanziario, Softing mette a tua disposizione il Noleggio Operativo per qualsiasi tipo di progetto basato su hardware, software, consulenza, nelle più svariate combinazioni. Te ne parlo i questo post.

Noleggio Operativo: di che si tratta?

Il noleggio operativo è uno strumento finanziario che consente di acquisire la disponibilità (non il possesso) di un bene strumentale utile alla propria attività, a fronte del pagamento di un canone fisso periodico.

È la soluzione ideale per le piccole e medie imprese che vogliono rinnovare i propri beni strumentali, senza mettere a rischio l’equilibrio finanziario.

I vantaggi:

  • Non intacca la liquidità corrente
  • Non riduce le linee di credito
  • Non influisce sulla centrale rischi
  • I canoni sono intesi come un servizio e quindi i beni non vanno inseriti in ammortamento nel bilancio
  • I canoni sono interamente deducibili e non vanno pagate tasse aggiuntive (ad esempio l’IRAP)
  • Consente la pianificazione accurata dei costi aziendali
  • Permette di disporre di tecnologie aggiornate, aspetto particolarmente sensibile in questa fase di crisi dove l’innovazione permetterà di difendere o aumentare le proprie quote di mercato
  • Tempi rapidi di approvazione delle richieste (la pratica la gestiamo noi, le firme saranno digitali)
  • Utilizzabile anche per beni immateriali (software, consulenza, formazione)
  • Copertura assicurativa All-Risk sull’hardware

Alla fine del periodo di noleggio, sarà possibile:

  • riscattare ed acquisire i beni con una piccola percentuale del valore totale (solitamente l’1%)
  • concludere il contratto e restituire i beni
  • prolungare il contratto e continuare ad utilizzare i beni
  • sostituire i beni redigendo un nuovo contratto.

Quindi, se hai un progetto e lo stai rimandando per motivi economici, contattaci.

Una soluzione la troviamo, come sempre!

COQUIMBO_20190420-190703_348x58

Powered by Softing Consulting | Digital Technology | Privacy e Cookie policy | Stato del sito